Servizi Demografici

Ultima modifica 28 novembre 2021

Come fare per

Cambio di residenza

  • A chi è rivolto: Cittadino che necessita di un cambio di residenza (da altro comune d’Italia o dall’estero)
  • Di cosa si tratta: Quando un nucleo familiare (anche composto da un’unica persona) si trasferisce a Laveno Mombello da un altro comune o dall'estero ha l'obbligo di regolarizzare la propria posizione anagrafica recandosi all'Ufficio Anagrafe, che registra l’avvenuto cambiamento. Contemporaneamente il Comune provvederà a informare la Motorizzazione per l'aggiornamento dell'indirizzo sulla patente di guida e sul libretto di circolazione
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Per i cittadini italiani carta di identità, codice fiscale, patente di guida, libretto/i di circolazione. Per i comunitari se provenienti da altro Comune italiano attestato di regolare soggiorno. Per gli stranieri permesso di soggiorno/carta di soggiorno
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe e dichiarazione presso l’Ufficio Tributi
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile online

Cambio di indirizzo

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: È lo spostamento della dimora abituale all'interno del Comune ove si è già residenti. Questo servizio non va confuso con il cambio di residenza, che ha come presupposto la volontà del cittadino di spostare la propria dimora abituale, intesa come centro dei propri affetti familiari, in un Comune diverso da quello di attuale residenza
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Per i cittadini italiani e stranieri patente di di guida italiana (se ne sono in possesso), libretto di circolazione (se ne sono in possesso), carta di identità
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe e dichiarazione presso l’Ufficio Tributi del Comune
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile online

Emigrazione in altro comune italiano

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: Serve a ottenere la cancellazione della residenza dal Comune di Laveno Mombello in caso di emigrazione in un altro comune. L’ufficio esercita anche una funzione d'indirizzo verso le altre azioni da porre in essere al fine di un espletamento completo dell’intera procedura
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe del Comune dove si intende stabilire la residenza
  • Documenti richiesti: Carta di identità
  • Come si accede: La richiesta di iscrizione anagrafica va presentata presso il nuovo Comune di residenza. Lo sportello, in questo procedimento, fornisce unicamente informazioni in merito alla pratica di emigrazione
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: La modulistica è eventualmente disponibile online sul sito del nuovo Comune di residenza

Emigrazione all’estero di cittadini comunitari ed extracomunitari

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: Il cittadino comunitario o extracomunitario che intende trasferire la propria residenza all'estero deve presentare un'apposita dichiarazione. Nella dichiarazione, il richiedente indica lo Stato nel quale trasferirà la propria residenza. Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela (figli, ecc.). A seguito della presentazione o invio del presente modulo, il richiedente, non cittadino italiano, sarà cancellato dall'anagrafe del comune di residenza per emigrazione all'estero
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta d'identità
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli: Online No

Emigrazione all’estero di cittadini comunitari ed extracomunitari

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: Il cittadino comunitario o extracomunitario che intende trasferire la propria residenza all'estero deve presentare un'apposita dichiarazione. Nella dichiarazione, il richiedente indica lo Stato nel quale trasferirà la propria residenza. Il richiedente deve compilare il modulo per sé e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela (figli, ecc.). A seguito della presentazione o invio del presente modulo, il richiedente, non cittadino italiano, sarà cancellato dall'anagrafe del comune di residenza per emigrazione all'estero.
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta d'identità
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Dichiarazione di dimora abituale

  • A chi è rivolto: Cittadino extracomunitario
  • Di cosa si tratta: In base alle vigenti disposizioni (art. 7, c. 3 del DPR n. 223 del 30/5/1989) gli stranieri devono rinnovare la dichiarazione di dimora abituale entro 18 giorni dalla scadenza del permesso o della carta di soggiorno.
    Se ciò non avviene, vengono adottate le misure previste dalla normativa in vigore, le quali potrebbero concludersi, al termine di apposito procedimento, con la cancellazione dall'anagrafe della popolazione residente.
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità, Permesso/Carta di soggiorno rinnovati
  • Come si accede: Richiesta verbale o scritta presso lo sportello dell’Anagrafe
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile online

Rilascio attestato di soggiorno permanente

  • A chi è rivolto: Cittadini comunitari già residenti in Italia da più di cinque anni
  • Di cosa si tratta: L’attestazione è un documento che ha lo scopo di dimostrare l’avvenuto adempimento dell’obbligo d’iscriversi all’Anagrafe previsto dalla legge per i Cittadini comunitari che soggiornano in Italia
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Modello di richiesta, riportante la documentazione necessaria, reperibile presso lo sportello anagrafe
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe
  • Quanto costa: N. 2 marche da bollo da € 16
  • Modelli Online: No

Rilascio attestato di regolare soggiorno

  • A chi è rivolto: Cittadini comunitari
  • Di cosa si tratta: È una dichiarazione (temporanea o permanente) che attesta la regolarità del soggiorno per i cittadini comunitari che intendono soggiornare in Italia per più di tre mesi
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Modello di richiesta, riportante la documentazione necessaria, reperibile presso lo sportello anagrafe
  • Come si accede: Compilazione modulistica presso lo sportello dell’Anagrafe
  • Quanto costa: N. 2 marche da bollo da € 16,00
  • Modelli Online: No

Iscrizione all’anagrafe di italiani residenti all’estero (A.I.R.E.)

  • A chi è rivolto: Coloro che permangono all’estero per un periodo superiore ai 12 mesi e non nel caso di occupazioni stagionali o di dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero
  • Di cosa si tratta: Serve per la registrazione nella specifica anagrafe degli italiani residenti all’estero. L’iscrizione non è obbligatoria se l’espatrio è inferiore all’anno o è avvenuto per motivi di lavoro stagionali. Con l’iscrizione si crea un legame anagrafico con il vecchio Comune di residenza che continua a poter rilasciare la carta d’identità e l’ordinaria certificazione per le elezioni e per i Referendum nazionali. Il cittadino potrà votare all’estero tramite voto per corrispondenza o esercitare l’opzione di voto in Italia nel Comune d'iscrizione AIRE (elezioni politiche e referendum)
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe (comunicazione facoltativa) e Consolato di appartenenza (comunicazione obbligatoria)
  • Documenti richiesti: Documento d'identità
  • Come si accede: L'interessato ha l'obbligo di effettuare entro 90 gg al  Consolato competente la dichiarazione di trasferimento all'estero. Il procedimento rimane
    sospeso in attesa che il Consolato trasmetta al Comune il modello consolare
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Rilascio carta d'identità cartacea

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti (italiani o stranieri)
  • Di cosa si tratta: È un documento di identificazione che viene rilasciato ai cittadini italiani e stranieri Per gli Italiani può essere equivalente al Passaporto e avere validità per l'espatrio nei paesi dell'Unione Europea ed in altri con i
    quali esistono appositi accordi
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: n. 3 fotografie recenti e uguali su carta fotografica formato tessera, con tratti del viso ben visibili, senza cappello, su sfondo chiaro, qualora presente, precedente documento di identificazione (carta di identità già scaduta o in scadenza), in caso di deterioramento, carta deteriorata, in caso di furto o smarrimento, denuncia presentata presso le competenti autorità e altro documento di riconoscimento (in mancanza di altro documento di riconoscimento, sono necessari due testimoni muniti di documento di identità valido)
  • Come si accede: Richiesta diretta all’Ufficio e firma sul documento di nuova emissione alla consegna.
  • Quanto costa: € 5,42
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile on line

Rilascio carta d'identità elettronica (CIE)

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti (italiani o stranieri)
  • Di cosa si tratta: È il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare. La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della Carta il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre. Oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, la nuova Carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe. La Carta è spedita direttamente al cittadino che la riceverà entro 6 giorni dalla richiesta, presso il Comune o presso un indirizzo da lui indicato
  • Documenti richiesti: Nessuno, in quanto tutto è gestito elettronicamente. Qualora presente, precedente documento di identificazione (carta di identità già scaduta o in scadenza). In caso di deterioramento, carta deteriorata. In caso di furto o smarrimento, denuncia presentata presso le competenti autorità e altro documento di riconoscimento (in mancanza di altro documento di riconoscimento, sono necessari due testimoni muniti di documento di identità valido)
  • Come si accede: Richiesta diretta all’Ufficio
  • Quanto costa: Rilascio nuova CIE € 22,50. Rilascio a seguito di smarrimento o deterioramento € 28
  • Modelli Online: No

Certificazioni anagrafiche

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: certificati anagrafici attestano situazioni desunte dagli archivi anagrafici ed hanno validità sei mesi. I certificati sono validi e utilizzabili solo se presentati a privati. Non possono più essere rilasciati ai cittadini certificati da produrre alle Pubbliche amministrazioni o ai Gestori di pubblici servizi. Tali enti sono obbligati a ricevere autocertificazioni, salvo poi effettuare direttamente le verifiche presso le Amministrazioni che detengono i dati
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Richiesta motivata
  • Come si accede: Richiesta verbale o scritta allo sportello dell’Ufficio anagrafe
  • Quanto costa: € 0,52
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile on line
  • È sostituibile con l’autocertificazione: Si

Certificazioni anagrafiche pregressa

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: Sono certificati che si riferiscono ad una certa data o all'origine di una famiglia. Generalmente servono per assegni familiari, per successioni o per ricerca degli eredi, per pratiche giudiziarie, usucapione ecc.
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Richiesta motivata
  • Come si accede: Richiesta verbale o scritta allo sportello dell’Ufficio anagrafe
  • Quanto costa: € 0,52
  • Modelli Online: No
  • È sostituibile con l’autocertificazione: Si

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: È il documento con cui si possono dichiarare numerose situazioni che ci riguardano o che riguardano altre persone. Si utilizza in tutti quei casi in cui non possiamo ricorrere all’autocertificazione e in cui i documenti non sono in possesso delle amministrazioni pubbliche. Può essere utilizzata esclusivamente nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni, i gestori di Servizi Pubblici(Poste, Enel, Telecom, ACI, ecc.), privati che lo consentono
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità
  • Come si accede: Richiesta allo sportello dell’Ufficio anagrafe dichiarando gli stati, fatti e qualità a diretta conoscenza dell’interessato dei quali si chiede la dichiarazione
  • Quanto costa: € 0,52 oltre a 1 marca da bollo da € 16
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile on line

Autentiche di copia e di firma

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: L’autentica di copia attesta la conformità all'originale delle copie di documenti della Pubblica Amministrazione o da presentare a Pubbliche Amministrazioni o a soggetti privati che vi consentano. L'autentica delle sottoscrizioni e delle dichiarazioni sostitutive di notorietà (di cui all'art. 47 del T.U.445/2000) è richiesta quando le domande e le dichiarazioni sostitutive dell'atto notorio non vengono inviate unitamente alla copia di un documento d'identità o non sono firmate davanti all'impiegato dell'ufficio competente a ricevere la documentazione
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Per l'autentica di copie è necessario esibire l’originale del documento
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell’Ufficio anagrafe
  • Quanto costa: € 0,52 
  • Modelli Online: No

Legalizzazione di fotografie

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: È un servizio richiesto per uso rilascio documenti personali di identità
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Foto formato tessera
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell’Ufficio anagrafe
  • Quanto costa: € 0,52
  • Modelli Online: No

Compravendita di autoveicoli

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: cittadini che decidono di vendere la propria auto o moto (ma anche rimorchi e natanti registrati) devono far autenticare la firma sul certificato di proprietà (foglio del PRA - Pubblico Registro Automobilistico). Questa autentica può essere fatta in Comune. L’autenticazione serve a dimostrare l’autenticità di una firma: il pubblico ufficiale dell’Anagrafe dichiara che il documento è stato firmato in sua presenza dalla persona di cui ha prima verificato l’identità. L’autenticazione della firma sul certificato di proprietà può essere fatta solo se il proprietario è in vita; in caso contrario, è necessario rivolgersi ad un ufficio ACI. Per il completamento della pratica, dopo l’autenticazione della firma, è necessaria la registrazione del passaggio di proprietà al PRA.
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di identità; Certificato di proprietà dell’autoveicolo compilato con i dati dell’acquirente. Nel caso in cui si firma in nome e per conto di una società, è necessario portare con sé la visura camerale in cui si dimostra che si è autorizzati a farlo (in quanto legale rappresentante o persona delegata).
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell’Ufficio anagrafe. La firma deve essere apposta in presenza del dipendente addetto
  • Quanto costa: € 0,52 oltre a 1 marca da bollo da € 16
  • Modelli Online: No

Dichiarazione di nascita

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: La denuncia di ogni nuovo nato è obbligatoria, e viene di regola effettuata da uno dei genitori. Tuttavia, può essere resa anche da un procuratorea speciale, dal medico, dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto. Qualora si tratti di filiazione naturale e i genitori intendano riconoscere il figlio è indispensabile la presenza dei genitori
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità; NB: Nel caso di denuncia di nascita presentata all'Ufficiale di stato civile, occorre che i genitori esibiscano l'attestazione di assistenza al parto rilasciata dal medico o dall'ostetrica
  • Come si accede: La denuncia di nascita può essere effettuata direttamente presso la struttura sanitaria entro tre giorni dal parto oppure presso il Comune di nascita o di residenza dei genitori entro dieci giorni dal parto. Se il bambino è nato da genitori sposati la denuncia di nascita può essere effettuata anche da uno solo dei genitori. Se il bambino è nato da genitori non sposati la denuncia di nascita deve essere invece presentata da entrambi i genitori, che abbiano compiuto almeno 16 anni e nei riguardi dei quali non esistano impedimenti di legge, congiuntamente
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Trascrizione decreto cambio nome e cognome

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti o nati nel comune di Laveno Mombello
  • Di cosa si tratta: Sono previste tre casistiche, il cambiamento o l'aggiunta di un cognome concessa con decreto del Ministero dell'Interno; il cambiamento del cognome perché "ridicolo" o vergognoso o rivelante l'origine naturale, autorizzato con decreto del Prefetto; cambiamenti di nome autorizzati dal Prefetto. In tutti i casi l'effetto del cambiamento o dell'aggiunta del cognome è subordinato all'annotazione del decreto sull'atto di nascita del richiedente, sull'atto di matrimonio, e negli atti di nascita di coloro che ne hanno derivato il cognome
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità o altro documento di riconoscimento, Decreto cambio nome e cognome
  • Come si accede: Direttamente allo sportello fissando un appuntamento
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Scelta esatta del proprio prenome

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti o nati nel comune di Laveno Mombello
  • Di cosa si tratta: I soggetti ai quali alla nascita è stato attribuito un nome composto da più elementi, anche se separati tra loro, possono rendere dichiarazione relativa all’esatta indicazione con cui devono essere riportati gli elementi del proprio nome nelle certificazioni di anagrafe e di stato civile. Tale scelta, che non consente di invertire l’ordine nel quale i nomi sono stati attribuiti originariamente, è unica e definitiva e comporta l’annotazione del provvedimento sia sull’atto di nascita che sugli atti di stato civile correlati, oltre alla conseguente variazione anagrafica e allineamento del codice fiscale
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità o altro documento di riconoscimento
  • Come si accede: Direttamente allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Giuramento e trascrizione decreto conferimento cittadinanza italiana

  • A chi è rivolto: Futuri cittadini
  • Di cosa si tratta: In seguito al decreto di concessione della Cittadinanza per residenza o matrimonio consegnato dalla Prefettura occorre rendere il giuramento dinnanzi al Sindaco o suo delegato (come previsto dall’art. 10, Legge 91/1992). I figli minori conviventi con chi presta il giuramento diventano anch’essi cittadini italiani, ma raggiunta la maggiore età vi possono rinunciare (art. 14, legge 91/1992)
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità o altro documento di riconoscimento
  • Come si accede: Direttamente allo sportello fissando un appuntamento
  • Quanto costa: N. 1 marca da bollo da € 16
  • Modelli Online: No

Riconoscimento di un figlio naturale

  • A chi è rivolto: Genitori non coniugati
  • Di cosa si tratta: Il riconoscimento del figlio naturale si effettua al momento della dichiarazione di nascita con la sottoscrizione di entrambi i genitori. Può essere effettuato anche dopo la dichiarazione di nascita da parte del genitore o dei genitori che non abbiano riconosciuto il figlio precedentemente. In questo caso, tuttavia, se il figlio non ha compiuto i 16 anni, il riconoscimento non può avvenire senza il consenso dell'altro genitore che abbia in precedenza effettuato il riconoscimento. Il riconoscimento può essere fatto anche dai genitori che siano coniugati con altra persona
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Per il riconoscimento è necessaria una dichiarazione da parte di un genitore (se solo uno dei due genitori lo riconosce) o di entrambi i genitori (se tutti e due lo riconoscono). Se il genitore che effettua il riconoscimento è cittadino straniero è necessario esibire un certificato di capacità al riconoscimento secondo la propria legislazione rilasciato dal proprio Consolato o dalla propria Ambasciata
  • Come si accede: Il riconoscimento può essere fatto all'atto della denuncia di nascita o successivamente alla nascita con dichiarazione davanti all'ufficiale di stato civile delComune di residenza, dichiarazione presso il Giudice Tutelare, dichiarazione davanti ad un notaio o contestamento, dichiarazione all'atto del matrimonio dei genitori (in tale caso si acquista lo stato di figlio legittimo). Al servizio si accede su appuntamento.
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Riconoscimento di un figlio naturale

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: I genitori naturali, prima della nascita del figlio, possono riconoscerlo. Si tratta di un atto facoltativo che può essere effettuato dal padre e dalla madre congiuntamente, oppure dalla sola madre e, successivamente dal padre, con il consenso della madre
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: carta di identità o altro documento di riconoscimento, estratti atti di nascita di entrambi i genitori con maternità e paternità, documentazione sanitaria attestante le settimane di gravidanza
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello degli interessati per fissare l'appuntamento per la firma dell'atto
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Riconoscimento di un figlio naturale

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: Chi rilevi la presenza di un errore all’interno di un proprio atto di stato civile può richiederne la correzione all’ufficiale di stato civile ai sensi dell’art. 98 DPR 396/2000
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: carta di identità. La documentazione necessaria è in funzione del tipo di correzione richiesto
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Riconoscimento di un figlio naturale

  • A chi è rivolto: Promessi sposi
  • Di cosa si tratta: È il procedimento attraverso il quale l'Ufficiale dello stato civile accerta che non vi siano impedimenti alla celebrazione del matrimonio sia esso civile che religioso
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti Matrimonio civile: gli sposi devono presentarsi allo sportello con le fotocopie dei documenti di identità. E' possibile delegare uno degli sposi o una terza persona di fiducia degli sposi per il compimento della pratica. In questo caso chi si presenta deve essere in possesso di procura su carta semplice rilasciata dagli sposi (oppure dallo sposo assente)
  • Documenti richiesti Matrimonio religioso (di rito cattolico o di altro rito riconosciuto dallo Stato Italiano): gli sposi devono presentarsi allo sportello con le fotocopie dei documenti di identità e la richiesta di pubblicazioni civili rilasciata dal Ministro di Culto che ha proceduto alle pubblicazioni religiose. È possibile delegare uno degli sposi o una terza persona di fiducia degli sposi per il compimento della pratica. In questo caso chi si presenta deve essere in possesso di procura su carta semplice rilasciata dagli sposi (oppure dallo sposo assente)
  • Per entrambi i riti: i cittadini stranieri devono presentare anche il nulla osta al matrimonio rilasciato dalla autorità straniera competente
  • Come si accede: Al servizio si accede mediante richiesta verbale allo sportello. Acquisita la richiesta, l'ufficio procede alla raccolta dei documenti necessari per la pubblicazione per entrambi gli sposi. Terminata la raccolta dei documenti, si procede alla stesura del verbale di pubblicazione con la presenza dei futuri sposi ed alla pubblicazione all'Albo Pretorio on line. La pubblicazione all'Albo Pretorio deve avvenire per otto giorni consecutivi più tre giorni per eventuali opposizioni. L'undicesimo giorno termina il procedimento di pubblicazione e l'ufficio potrà rilasciare il certificato di eseguita pubblicazione, documento necessario per fissare la data del matrimonio. Nel caso in cui il matrimonio debba svolgersi presso il Comune di Laveno Mombello, il certificato viene conservato all'interno del fascicolo. Nel caso di matrimonio civile presso altro Comune, verrà rilasciato nulla osta per celebrazione di matrimonio civile in altro Comune. Nel caso di matrimonio religioso verrà rilasciato il documento da consegnare al Ministro di culto che celebrerà il matrimonio.
  • Quanto costa: Marca da bollo da € 16 da applicare sulle pubblicazioni. Se queste devono essere affisse anche in un comune diverso da quello dove le pubblicazioni vengono richieste, le marche da bollo devono essere due
  • Modelli Online: No

Separazioni e divorzi di fronte all’Ufficiale di Stato Civile

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti
  • Di cosa si tratta: È il procedimento attraverso il quale l'Ufficiale dello Stato Civile riceve l'accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o divorzio
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: I coniugi devono presentarsi personalmente, previo appuntamento, muniti del proprio documento di identità in corso di validità. Non sono ammesse procure e l'assistenza di un avvocato è facoltativa
  • Come si accede: Direttamente allo sportello fissando un appuntamento
  • Quanto costa: Marca da bollo da € 16
  • Modelli Online: No

Certificati e/o estratti di nascita, matrimonio, decesso

  • A chi è rivolto: Cittadini
  • Di cosa si tratta: Lo stato civile rilascia certificati di nascita, matrimonio e morte, estratti per riassunto di atti di nascita, matrimonio e morte, copia integrale dell'atto di nascita, di matrimonio e di morte, certificati di eseguite pubblicazioni matrimoniali
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità o altro documento di riconoscimento, oppure delega su carta semplice del diretto interessato accompagnata da fotocopia del suo documento di identità sottoscritta dall'interessato stesso e puntuale motivazione della richiesta
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: La modulistica è disponibile on line. È sostituibile con l’autocertificazione. I certificati e gli estratti di stato civile nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, i gestori dei pubblici servizi ed i privati che vi consentono, possono essere sostituiti da autocertificazione

Copie integrali di atti di nascita - matrimonio - decesso

  • A chi è rivolto: Cittadini
  • Di cosa si tratta: La copia integrale di un atto di stato civile (nascita, matrimonio e morte) è una fotocopia di tutte le informazioni contenute nell'atto
  • Dove lo ottengo: Ufficio stato civile
  • Documenti richiesti: Carta di identità o altro documento di riconoscimento, oppure delega su carta semplice del diretto interessato accompagnata da fotocopia del suo documento di identità sottoscritta dall'interessato stesso e puntuale motivazione della richiesta
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Rilascio e aggiornamento tessere elettorali

  • A chi è rivolto: Cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune
  • Di cosa si tratta: La tessera elettorale è il documento che permette, unitamente a un valido documento di identità, l'esercizio del diritto di voto, attestando la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del comune di residenza. Viene rilasciata al compimento del 18° anno di età e ogni qualvolta si cambia residenza. In quest’ultimo caso, la consegna della nuova tessera elettorale da parte dell’ufficio elettorale del comune avviene solo previa restituzione della tessera rilasciata dal comune di precedente residenza. Nel caso di variazioni anagrafiche successive al rilascio viene trasmessa apposita etichetta adesiva riportante gli aggiornamenti della tessera elettorale
  • Dove lo ottengo: Ufficio elettorale
  • Documenti richiesti: Carta di identità. Eventuale tessera elettorale rilasciata dal Comune di precedente iscrizione
    In caso di smarrimento, deterioramento o furto occorre presentare dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà o denuncia presso le competenti autorità (nel caso di furto)
  • Come si accede: L’ufficio provvede ad avvisare l’elettore invitandolo a presentarsi allo sportello munito della necessaria documentazione per il ritiro del duplicato o della nuova tessera elettorale
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Certificato di iscrizione alle liste elettorali

  • A chi è rivolto: Cittadini
  • Di cosa si tratta: E' il certificato che attesta l'iscrizione del richiedente nelle liste elettorali del comune di residenza. Per i cittadini italiani residenti nel territorio comunale l'iscrizione nelle liste elettorali avviene d'ufficio in presenza dei requisiti per il godimento dei diritti politici. Per i cittadini stranieri comunitari l'iscrizione nelle apposite liste elettorali aggiunte avviene su richiesta. Il certificato è necessario per presentare la propria candidatura in qualsiasi consultazione elettorale, e deve essere allegato alla lista dei candidati in sede di presentazione della stessa. Il certificato è inoltre necessario in occasione della raccolta di sottoscrizioni a sostegno delle proposte di referendum, di iniziativa legislativa popolare e di presentazione delle candidature alle elezioni.
  • Dove lo ottengo: Ufficio elettorale
  • Documenti richiesti: Carta di identità
  • Come si accede: Richiesta di rilascio certificati di iscrizione
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Albo Presidenti di seggio

  • A chi è rivolto: Cittadini elettori del Comune in possesso minimo del titolo di studio di istruzione secondaria e non aver superato il 70° anno d’età
  • Di cosa si tratta: L'albo dei Presidenti di seggio è l'elenco delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale, tenuto dalla Corte d'Appello, ed è costituito, oltre che da particolari categorie di soggetti (magistrati, avvocati dello Stato, ecc.), anche dai nominativi degli elettori che presentano apposita domanda e che risultano in possesso dei requisiti richiesti dalla legge. L'iscrizione all'albo è condizione necessaria per essere designati in qualità di presidenti presso un seggio
    elettorale in occasione delle consultazioni
  • Dove lo ottengo: Ufficio elettorale
  • Documenti richiesti: Carta di identità, Domanda di iscrizione indirizzata al Sindaco. Analogamente può essere presentata richiesta di cancellazione
  • Come si accede: La domanda di iscrizione deve essere indirizzata al Sindaco entro il mese di ottobre di ogni anno. La domanda viene poi trasmessa alla Corte d’Appello competente che procederà all’aggiornamento periodico dell’albo comunicando le operazioni da effettuate al Comune per i successivi adempimenti di competenza. La richiesta di cancellazione dovrà pervenire entro il mese di dicembre di ogni anno.
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: Si

Albo unico degli scrutatori

  • A chi è rivolto: Cittadini elettori del Comune in possesso minimo del titolo di studio della scuola dell’obbligo
  • Di cosa si tratta: L'Albo unico scrutatori è l'elenco delle persone idonee all'ufficio di scrutatore di seggio elettorale, costituito dai nominativi degli elettori che presentano apposita domanda e che risultano in possesso dei requisiti richiesti dalla legge. L'iscrizione all'albo unico è condizione necessaria per essere designati in qualità di scrutatori dalla commissione elettorale comunale, presso un seggio elettorale in occasione delle consultazioni. Per accedere all'Albo è necessario aver assolto gli obblighi scolastici. Sono comunque esclusi i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti, gli appartenenti a Forze Armate in servizio, i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti, i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali, i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione, nonché gli iscritti nell'Albo dei Presidenti di Seggio
  • Dove lo ottengo: Ufficio elettorale
  • Documenti richiesti: Carta d’identità o altro documento di riconoscimento, Domanda di iscrizione/cancellazione
  • Come si accede: Domanda di iscrizione da trasmettere entro il mese di novembre anche tramite lettera o fax con allegata copia della carta di identità. Richiesta di cancellazione da trasmettere entro il mese di dicembre anche tramite lettera o fax con allegata copia della carta di identità. L’iscrizione o la cancellazione decorreranno dall’anno seguente
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: Si

Liste di leva e certificazioni

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti soggetti agli obblighi di leva (pur se tali obblighi sono sospesi)
  • Di cosa si tratta: L’Ufficio provvede alla formazione della lista di leva e alla gestione dei ruoli matricolari sulla base delle comunicazioni che intercorrono fra Comuni in seguito ai movimenti migratori della popolazione maschile. Rilascio dei certificati riportanti i dati anagrafici dell’arruolato, il corpo militare di appartenenza, la data di incorporazione e di congedo al fine di dimostrare la propria posizione rispetto agli obblighi militari
  • Dove lo ottengo: Comune di residenza
  • Documenti richiesti: Carta di identità ed eventuale congedo o cartolina di riforma
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Vidimazione foglio di congedo

  • A chi è rivolto: Cittadini residenti soggetti agli obblighi di leva (pur se sospesi)
  • Di cosa si tratta: Fino all’esaurimento degli effetti della leva obbligatoria il giovane congedato dovrà rivolgersi all’Ufficio Leva per richiedere la firma del Sindaco o suo delegato sul foglio di congedo rilasciato dalla autorità militare
  • Dove lo ottengo: Comune di residenza
  • Documenti richiesti: Carta di identità ed eventuale congedo o cartolina di riforma
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Denunce di dichiarazione di morte e rilascio permesso di seppellimento

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: La dichiarazione di morte viene resa all'ufficiale dello stato civile del Comune nel quale si è verificato il decesso entro 24 ore dall'evento. Nei casi di decesso in abitazioni private la dichiarazione è fatta da uno dei congiunti o da una persona convivente con il defunto o, in mancanza, da persona informata del decesso (ad es. l'impresario delle pompe funebri). Se il decesso è avvenuto, invece, in un ospedale, casa di cura o di riposo, collegio o istituto, è il direttore o il delegato a trasmettere all'ufficiale dello stato civile l'avviso di morte. L’autorizzazione al seppellimento è rilasciata dall’Ufficiale dello stato civile trascorse 24 ore dal decesso, dopo aver acquisito il certificato necroscopico, salvi i casi dipendenti da reato per i quali occorre il nulla osta dell’autorità giudiziaria. Nei casi di morte naturale, la visita del medico necroscopo interviene non prima di 15 ore dal decesso (art.4 del dpr 285/1990)
  • Dove lo ottengo: Ufficio Stato civile
  • Documenti richiesti: Dichiarazione di morte. Il certificato necroscopico è indispensabile e imprescindibile perché è il documento che accerta la morte della persona, ed è l’atto diretto a consentire all’ufficiale dello stato civile il rilascio del permesso di seppellimento
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell'ufficio stato civile
  • Quanto costa: Il servizio è gratuito
  • Modelli Online: No

Denunce di dichiarazione di morte e rilascio permesso di seppellimento

  • A chi è rivolto: Cittadini
  • Di cosa si tratta: Il servizio di trasporto salme all’interno del territorio Comunale non viene esercitato dal Comune né direttamente né con diritto di privativa. L’Ufficio rilascia il permesso di trasporto
  • Dove lo ottengo: Ufficio Stato civile
  • Documenti richiesti: Dichiarazione di morte, Richiesta di trasporto
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell'ufficio stato civile
  • Quanto costa: È stato istituito il diritto fisso per il trasposto salme, ai sensi del D.P.R. n. 285/1990, come previsto dal comma 3 dell’art. 24 del Regolamento Comune di Polizia Mortuaria. Il diritto fisso non deve essere pagato per il trasporto di salme di coloro che in vita hanno avuto la residenza nel Comune di Laveno Mombello per almeno un anno, per il trasporto di salme di coloro che in vita risultavano residenti nel Comune di Laveno Mombello e che per loro volontà vengono tumulati in altro Comune, Il diritto fisso deve essere pagato per trasporto di cadaveri da Comune ad altro Comune con mezzi di terzi € 60, per trasporto di cadaveri da Comune all'estero con mezzi di terzi € 80
  • Modelli Online: No


Autorizzazione alla cremazione

  • A chi è rivolto: Cittadino residente
  • Di cosa si tratta: L’autorizzazione alla cremazione ed eventuale affido personale delle ceneri è data nel rispetto della volontà espressa in vita dal defunto.
  • Dove lo ottengo: Ufficio Stato civile
  • Documenti richiesti: Dichiarazione di morte, Documento di identità in corso di validità, Iscrizione alla Socrem o ad altra società di cremazione o copia del testamento pubblicato del defunto o dichiarazione del coniuge o di tutti i parenti di grado più prossimo
  • Come si accede: Richiesta verbale allo sportello dell'ufficio stato civile
  • Quanto costa: N. 1 Marca da bollo da € 16
  • Modelli Online: No

Carta sconto benzina

  • A chi è rivolto: Cittadino residente, proprietario o possessore di moto o auto alimentate a benzina
  • Di cosa si tratta: Il servizio consiste nell'abilitazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) al fine di beneficiare della riduzione del prezzo della benzina alla pompa. È possibile estendere il beneficio anche ai componenti il nucleo familiare compilando apposita richiesta.
  • Dove lo ottengo: Ufficio anagrafe
  • Documenti richiesti: Carta di circolazione (in visione), Codice fiscale (in visione)
  • Come si accede: Presentata la richiesta allo sportello dell’Ufficio anagrafe, si procede all'abilitazione della CRS. Per i cittadini non titolari di CRS, si procederà a trasmettere la richiesta alla Regione Lombardia che provvederà all'invio al cittadino di un "identificativo" e del codice PIN. La richiesta può essere fatta solo dal titolare del diritto. Nel caso di impossibilità potrà essere incaricato un terzo che si presenterà con la richiesta compilata e firmata a cui dovrà essere allegata copia di un documento d'identità del titolare il diritto
  • Quanto costa: Costo annuale a carico del cittadino € 1,50, che sarà scalato in automatico sul primo rifornimento a prezzo scontato di ogni anno solare e graverà esclusivamente sulla CRS del proprietario del veicolo. Nulla sarà richiesto ai componenti del nucleo familiare dallo stesso autorizzati
  • Modelli Online: Si